Sara Al-Ali visita Abu Dhabi – 25 Magazine: Issue 7

Sara Al-Ali visita Abu Dhabi – 25 Magazine: Issue 7

LLa mia prima visita alla città di Abu Dhabi è stata nel 2012: è stata una visita veloce e devo confessare che il mio punto di interesse è stata l'isola di Yas, sede dell'unico parco a tema Ferrari al mondo.

Questa isola artificiale è un’estensione dell’isola naturale di Al-Saadiyat nel Golfo Arabico, il principale polo educativo e culturale di Abu Dhabi: è la sede del campus della New York University e di diversi musei, tra cui il Louvre Abu Dhabi e lo Zayed National Museum.

All’epoca, il mio rapido sguardo sul vasto paesaggio della città comprendeva grattacieli moderni e accattivanti, mega centri commerciali e lussuosi edifici, che riflettono la prestigiosa posizione di Abu Dhabi come capitale e sede di Al-Nahyan, una delle sei famiglie regnanti degli Emirati Arabi Uniti. Oltre al suo ruolo culturale, economico e politico all’interno degli Emirati Arabi Uniti, la città svolge anche un importante ruolo religioso. È sede di una delle più grandi moschee della regione, la moschea Sheikh Zayed Grand, uno straordinario esempio di architettura islamica moderna.

Un terreno pianeggiante, spazioso, pieno di piccoli edifici sparsi – per lo più case – in contrasto con i giganteschi grattacieli della città: questa è stata la mia prima impressione di Abu Dhabi, limitata dai miei interessi di allora e da quello che ho potuto vedere in breve tempo. Non pensavo che avrei visitato di nuovo la città, nonostante sapessi che era in corso un importante piano di sviluppo. Non mi interessava; mi sembrava frivolo.

Nel 2013 è avvenuta una svolta importante nella mia vita quando ho maturato una vera passione per il caffè. Ho viaggiato tutta la mia vita da una città all’altra, ma la mia esperienza di ogni località attraverso la comunità del caffè cambia la mia comprensione e il mio apprezzamento per il caffè. Ho iniziato a vedere Abu Dhabi sotto questo aspetto nel 2015 e oggi, mentre mi sposto da una caffetteria all’altra ad ogni visita, percepisco quanto sia diventata vivace e sofisticata la città che visitai per la prima volta nel 2012.

Situato nel campus principale della New York University, il Blacksmith Coffee è il luogo preferito per il lavoro e lo studio. Si tratta di un caffè contemporaneo con un interno semplice ma elegante; il colore principale è il nero, ma è stato alleggerito con tavoli in legno di quercia e piani bar. Offre una lista limitata di bevande e spuntini salati, tutti sviluppati per adattarsi alla vita frenetica degli studenti e del personale universitario che frequentano il caffè.

A pochi chilometri di distanza da Al-Saadiyat Island si trova il mio posto preferito, il Joud Café. Questo è stato uno dei primi caffè d’eccellenza in città e offre un’ampia selezione di buoni dessert e un menù completo insieme al suo caffè di qualità. Attira soprattutto gente del posto, generalmente trentenni, che sono sempre alla ricerca di nuovi posti confortevoli per socializzare in mezzo a tutto ciò che Abu Dhabi ha da offrire. Ma soprattutto, Joud Café è l’unico posto dove gustare un caffè ibrido speciale ad Abu Dhabi! Sono sicura che capirete perché lo amo così tanto.

La comunità del caffè speciale ad Abu Dhabi, proprio come il suo skyline, è in continua crescita. Un nuovo caffè, Coffee Architecture, ha aperto nel settembre di quest’anno. Nooran, la sua fondatrice, è sia barista che architetto – e la prima donna Q Grader della regione, con una vera passione per il caffè. Il suo caffè, come molti altri ad Abu Dhabi, è focalizzato sulla qualità, celebra la diversità e offre un ambiente molto accogliente, amichevole, allegro e colorato. Questi caffè stanno costruendo nuove ed entusiasmanti comunità e non vedo l’ora di visitarli nuovamente! ◊

SARA AL-ALI si è classificata seconda al MENA Cezve/Ibrik del 2016 ed è stata finalista al campionato mondiale Cezve/Ibrik del 2016. Possiede e gestisce THAT COFFEESHOP nella sua casa di Riyadh, Arabia Saudita, ed è una trainer autorizzata SCA.

Joud Café, uno dei primi coffee shop specializzati aperti ad Abu Dhabi, offre alla gente del posto un’atmosfera confortevole, ma allo stesso tempo vivace e sofisticata, in cui socializzare bevendo un caffè. (Crediti: Joud Café).

Sei socio di SCA? Richiedi il tuo abbonamento gratuito alla versione cartacea di 25 Magazine in lingua inglese al sito web sca.coffee/signmeup.

Non sei socio? Unisciti a noi e sostieni la nostra associazione no-profit alla pagina sca.coffee/join.